Statuto

Statuti dell’associazione SOLIDALI

I Costituzione, sede e scopi

Art. 1. SOLIDALI è una associazione umanitaria costituita ai sensi dell’art. 60 e seguenti del Codice civile svizzero senza scopo di lucro, che elegge come sede il domicilio del proprio responsabile amministrativo a Castione.

Art. 2 Gli scopi dell’Associazione sono:

Portare aiuto concreto (materiale e morale) alla popolazione civile del Donbass (Sud-Est Ucraina) in difficoltà a causa della guerra. La priorità verrà data ai bambini, alle famiglie e agli anziani.

A tali fini l’ Associazione potrà:

  1. organizzare delle manifestazioni e/o conferenze di beneficienza con lo scopo di raccogliere fondi e altri beni;
  2. Promuovere l’informazione inerente la situazione attuale e i problemi della popolazione civile del Donbass;
  3. Organizzare il trasporto nel Donbass dei beni raccolti a favore della popolazione civile;
  4. stampare e divulgare materiale di informazione, bollettini, documenti pubblicazioni, produrre audiovisivi e tutto quanto concerne gli scopi dell’associazione;
  5. stabilire rapporti con i media di ogni tipo per poter informare sulle azioni intraprese;
  6. collaborare con altre associazioni in Svizzera e all’ estero che perseguono scopi identici o simili.

 

II Membri

Art. 3 Può far parte dell’associazione qualsiasi persona fisica o giuridica che ne condivide gli scopi e versa la quota sociale annuale.

La Associazione Solidali comprende le seguenti categorie dei soci:

  • Attivi: Sono i membri che organizzano e partecipano a tutte le attività dell’associazione. Sono pure considerati soci attivi i membri del Comitato Direttivo (CD) e hanno diritto di voto.
  • Sostenitori: Le persone fisiche o giuridiche che non partecipano direttamente alle attività dell’associazione ma la sostengono nei suoi scopi e versano un contributo annuo. All’ Assemblea Generale i membri passivi non hanno diritto di voto ma sono ascoltati consultativamente.

Art. 4 Ogni membro rappresenta solo se stesso e non può in nessun caso farsi sostituire da altri in seno all’associazione.

Art. 5 L’ammissione di nuovi membri può avvenire in qualsiasi momento previa domanda al Comitato che può rifiutare l’adesione senza indicarne i motivi. L’adesione è effettiva dopo il pagamento della quota sociale. I nuovi membri sottoscrivono una dichiarazione di adesione.

Art. 6 Le dimissioni dei membri sono sempre ammesse, previa comunicazione scritta.

 

III. Organizzazione

Art. 7 Gli organi dell’associazione sono:

  1. L’assemblea generale dei membri
  2. Il comitato organizzativo, composto da almeno 3 membri (uno dei quali svolge funzione di responsabile amministrativo) fino ad un massimo di 7 persone.
  3. l’Ufficio di revisione, composto da 1 o più membri

Art. 8 All’assemblea compete, oltre la scelta del comitato e dell’Ufficio di revisione,

  1. La ratifica dell’ammissione dei nuovi membri e ogni decisione inerente gli obiettivi perseguiti,
  2. L’approvazione del programma di attività e gli impegni di natura finanziaria.
  3. La determinazione delle quote di adesione per i membri.
  4. La creazione di gruppi di lavoro su argomenti relativi ai propri scopi
  5. Il trattamento dei ricorsi in merito a esclusioni.

Art. 9 L’assemblea è convocata dal comitato organizzativo almeno una volta all’anno e delibera a maggioranza relativa.

Art. 10 Il comitato e l’Ufficio di revisione restano in carica 2 anni.

Art. 11 Il comitato organizzativo rappresenta l’Associazione nei confronti di terzi. Esso organizza ed assume anche eventuali decisioni urgenti, che dovranno in ogni caso essere avallate dall’assemblea appena possibile.

Art. 12 Il comitato provvede:

  1. Al disbrigo dei compiti amministrativi ed alla gestione del conto corrente bancario o postale.
  2. Al coordinamento dell’attività dei gruppi di lavoro con il reperimento dei materiali necessari.
  3. All’organizzazionee alla gestione di questo sito internet.
  4. Esso sceglie al proprio interno il responsabile amministrativo dell’associazione.

Art. 13 La commissione di revisione provvede annualmente a controllare i conti di esercizio e a riferirne all’assemblea.

 

IV.Finanze

 Art. 14 I fondi dell’associazione sono costituiti da:

  1. Le quote sociali dei membri ed i loro contributi volontari. La quota sociale per i membri è al minimo di 20 franchi mensili
  2. Le donazioni o i sussidi di ogni genere
  3. Gli eventuali interessi sul conto corrente.

Art. 15 L’associazione risponde verso terzi con i soli fondi propri. È esclusa ogni responsabilità personale dei membri.

 

V. Disposizioni finali

Art. 16 L’assemblea può in ogni momento modificare questi statuti previa la maggioranza dei due terzi dei voti espressi.

Art. 17 Lo scioglimento dell’Associazione può essere pronunciato solo dalla maggioranza dei due terzi di una assemblea che riunisce almeno la metà + uno dei membri iscritti.

Art. 18 Questi statuti entrano in vigore non appena l’assemblea ne decreterà l’approvazione.

Art. 19 Per qualsiasi argomento non indicato espressamente nei presenti statuti si fa riferimento alle norme del Codice delle obbligazioni e del Codice civile Svizzero.

 

I presenti statuti sono stati approvati dall’assemblea di fondazione dell’ Associazione Umanitaria SOLIDALI tenutasi a  Castione ( Cantone Ticino ) il 6 aprile 2015.

La  Presidente del giorno :

 Yana Ferracini

 

Verbale della riunione costitutiva dell’associazione SOLIDALI

 

Castione, 6 aprile 2015

La riunione è iniziata alle ore 15.00 a 6532  Castione, presso il bar Meridiano, via San Gottardo 3.

Erano presenti:

Yana Ferracini, Linda Barbutto, Inna Ramser-Paukova, Oleksandra Smolnik, Viktoria Kolodieziera , Corbella Natalia, Bruno Strozzi.

L’assemblea ha dapprima nominato un presidente e un segretario di giornata  nelle persone, rispettivamente, di Yana Ferracini e Bruno Strozzi.

 

Dapprima Yana Ferracini ha fatto per i presenti il punto della situazione ricordando i vari passi intrapresi da membri del gruppo all’origine di quest’associazione per poter organizzare un aiuto concreto alla popolazione del Donbass.

 

In seguito si è passati alla presentazione di un progetto di statuto che è stato discusso e parzialmente modificato. A questo punto si è passati ai voti. Tutti i singoli articoli dello statuto sono stati approvati all’unanimità dai presenti, come pure gli statuti nel loro insieme.

 

Si è poi passati, secondo quanto richiedono questi statuti, a nominare il comitato di 5 membri. Gli eletti, all’unanimità, sono stati:

Yana Ferracini, Linda Barbutto, Inna Ramser-Paukova, Oleksandra Smolnik, Bruno Strozzi , che si distribuiranno al proprio interno le cariche istituzionali previste dagli statuti.

 

La signora Olexandra Smolnik è poi stato prescelta all’ unanimità come revisore dei conti.

 

Dopo un breve ringraziamento da parte del nuovo comitato e con gli auguri di un’attività proficua l’assemblea costitutiva è stata dichiarata chiusa alle ore 17.05.

 

 

Il Presidente del giorno:

 

Yana Ferracini